Organizzazione sostituzione MMG (Medici di Medicina Generale)

 

Brescia il 25 maggio 2022

Al Presidente Regione Lombardia
Dott. Attilio Fontana

All’ Assessore Welfare Regione Lombardia
Dott.ssa Letizia Moratti

Ai Direttori Generali ATS e ASST della
Regione Lombardia

AL Ministro della Salute
Dott. Roberto Speranza

LORO SEDI


Oggetto: organizzazione sostituzione MMG (Medici di Medicina Generale)

Il persistere e l’aggravarsi della carenza dei Medici di Medicina Generale (MMG), anche purtroppo, per la gestione sanitaria della Regione Lombardia, hanno creato gravi conseguenze negative nell’erogazione dell’assistenza di base ai cittadini oltre alla insufficiente copertura della Continuità Assistenziale durante la notte e nei giorni prefestivi e festivi che determina di fatto un’interruzione di pubblico servizio in diverse località come già, recentemente, segnalato ai Prefetti ed alla Magistratura.

Tale situazione è da anni denunciata da UMI e FISMU-Lombardia (e non solo), ma la situazione non ha trovato, colpevolmente, adeguate soluzioni.

Come se non bastasse i MMG in servizio, essendo in numero ridotto, oggi non trovano più i sostituti per coprire le eventuali necessarie assenze (non è consentito lasciare, mai, scoperto il servizio) e per fruire durante la prossima estate di un periodo di riposo, anche breve, non essendo previste, per contratto, le ferie.

Va ricordato che attualmente la sostituzione è resa molto difficile in quanto la maggioranza dei medici eventualmente disponibili non sono in grado di assolvere le funzioni di MMG ormai troppo complesse per gli aspetti burocratici ed organizzativi.

Ritengo comunque che un periodo di riposo biologico, costituzionalmente previsto per tutti i lavoratori, debba essere garantito specie a seguito di così lunghi periodi d’intensa attività sia per la carenza di medici sia per la coincidente pandemia. A tale adempimento, dovrebbero concorrere la Regione e le istituzioni sanitarie.

Allo scopo si chiede eccezionalmente, un intervento della Regione, delle ATS e delle ASST al fine di contribuire a favorire la sostituzione dei MMG (fermo restando che saranno questi a pagare l’opera professionale dei sostituti) per consentire un breve periodo di ristoro biologico (si propongono almeno due settimane tra 1/2 giugno e 1/2 settembre).
Si ritiene che le istituzioni regionali potrebbero agire con due obiettivi principali:
1) Recepimento di medici che possano svolgere le attività di sostituzione ed in particolare:
a) ex MMG da poco tempo pensionati;
b) Medici con esperienza in Medicina Generale (già operanti come sostituti);
c) Medici in formazione e partecipanti al Corso in MG;
d) MMG in servizio con possibilità di scambio con altri colleghi MMG specie in associazione;
e) altri Medici, anche stranieri, a cui dare la necessaria formazione ed informazioni per operare come MMG.

2) Consentire per il periodo estivo (sino a metà settembre) una generale semplificazione burocratica nell’erogazione delle prestazioni diagnostiche, terapeutiche e certificatorie anche con l’uso delle vecchie modulistiche cartacee. Impegnarsi per lo stesso periodo a non introdurre alcuna modifica nell’organizzazione della MG. I provvedimenti richiesti sono analoghi a quelli che sono da anni assunti nelle strutture ospedaliere per consentire le ferie del personale dipendente.

Oltre a questi due obiettivi si dovrà riportare nella piena legittimità il comportamento di POLIS-Lombardia (istituto incaricato dalla Regione di organizzare il Corso di Formazione in MG) in modo da garantire il contributo dei medici in formazione all’attività di sostituzione a vantaggio dei MMG, senza imporre inesistenti ricatti normativi e/o economici. Se POLIS- Lombardia non dovesse adeguare la propria attività alla normativa nazionale si dovrà chiedere l’intervento ministeriale a cui la presente lettera viene inviata con l’invito di esercitare il potere sostitutivo organizzativo del Governo nei confronti della Regione Lombardia.


Distinti saluti.


f.to
Cav. dott. Francesco Falsetti
Segretario Regionale FISMU
Presidente UMI

 

Leave A Comment