UNIONE   MEDICI   ITALIANI

18/09/2007 - REPORT INCONTRO CON OO.SS. DIRIGENZA SSR
ATTIVITA' LIBERO PROFESSIONALE INTRAMURARIA AGOSTO 2007


di


REPORT INCONTRO CON OO.SS. DIRIGENZA SSR ATTIVITA’ LIBERO PROFESSIONALE INTRAMURARIA AGOSTO 2007 Regione Lombardia : Direzione Generale Sanità : Lucchina, Lopedoto, Muci Rappresentanti OO.SS. DIRIGENZA SSR Il Direttore Generale Dott. Carlo Lucchina illustra i contenuti della delibera di giunta regionale n. 5162 del 25 luglio 2007 “Determinazioni in ordine all’esercizio dell’attività libero professionale intramuraria” con cui, confermando gli indirizzi operativi e le linee guida approvati dalla giunta regionale con precedenti atti amministrativi, si è ritenuto di intervenire a livello regionale, nel pieno rispetto della normativa a tutela della privacy, per garantire da un lato ai medici professionisti interessati la possibilità di mantenere l’attuale intramoenia (diritto sancito dai CCNL di categoria) e dall’altro fornire alle aziende sanitarie adeguati strumenti di controllo, quali ad esempio la riduzione delle liste di attesa, e di rendicontazione necessari all’azienda stessa al fine di assicurare il corretto esercizio dell’attività libero professionale intramuraria. Linee di novità del citato provvedimento : o affidamento al personale aziendale, senza ulteriori oneri aggiuntivi, del servizio di prenotazione delle prestazioni, da eseguire in sede o tempi diversi rispetto a quelli istituzionali o garanzia della terzietà delle modalità di riscossione degli onorari relatialleprestazioni erogate o fatturazione da parte dell’azienda sanitaria tramite i propri sistemi contabili delle prestazioni dei professionisti o determinazione, in accordo con i professionisti, di un tariffario idoneo ad assicurare la integrale copertura di tutti i costi direttamente o indirettamente correlati alla gestione dell’attività libero professionale intramuraria, ivi compresi quelli connessi alle attività di prenotazione e di riscossione degli onorari o definizione di un periodo temporale, stimato in novanta giorni dall’adozione del provvedimento di cui sopra, entro cui le aziende sanitarie dovranno adottare le misure organizzative necessarie anche attraverso strumenti informatici. Sottolinea, altresì, che in caso di necessità, saranno fornite alle aziende sanitarie ulteriori chiarimenti/precisazioni per la corretta e uniforme attuazione del provvedimento in argomento. Alcuni rappresentanti delle OO.SS. chiedono orientamenti regionali in ordine al provvedimento legislativo nazionale “Disposizioni in materia di attività libero-professionale intramuraria e altre norme in materia sanitaria” approvato in via definitiva in data 2 agosto 2007 dalla Camera dei Deputati e in corso di promulgazione e pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. Il Dott. Lucchina riferisce che il provvedimento legislativo, una volta pubblicato nella G.U., sarà oggetto di approfondita valutazione tecnico-giuridica in raccordo con i competenti uffici della Direzione Centrale Affari Istituzionali e Legislativo della Presidenza della Giunta Regionale per verificare anche eventuali ipotesi di presentazione ricorso alla Corte Costituzionale per invasione di competenza regionale in tema di organizzazione sanitaria ex Titolo V della Costituzione. I rappresentati delle OO.SS., nell’apprezzare il metodo, ringraziano Regione Lombardia per l’impegno che sta dimostrando nell’affrontare questa materia così delicata e importante per il sistema.


Allegati:


Links:





UMI - Unione Medici Italiani - P.Iva 03505850176 - C.F. 98082010178 - Tutti i diritti riservati - ©2018