UNIONE   MEDICI   ITALIANI

16/06/2020 - IN LOMBARDIA I MEDICI NON POSSONO NEPPURE ANDARE IN FERIE COME DA CONTRATTO
Comunicato Stampa


di


COMUNICATO STAMPA

In Lombardia i medici non possono neppure andare in ferie come da contratto

Dopo il lungo periodo di emergenza COVID19, di cui subiamo ancora la LUNGA coda, la Regione Lombardia e le Aziende (ASST ed ATS) non sono in grado di garantire al personale medico (e non solo) le normali ferie.

Sono periodi previsti per contratto durante i mesi estivi tra giugno e settembre la cui fruizione sarebbe utile anche al turismo nazionale.

Avevamo chiesto, in più occasioni, che le Aziende pianificassero questi periodi di ferie, ma ciò non è stato fatto e si pretenderebbe ora che i medici producessero un ulteriore sforzo durante l’estate per recuperare le prestazioni ambulatoriali sospese e/o differite durante l’emergenza.

In tutti questi mesi la Regione Lombardia non ha provveduto, in maniera assolutamente colpevole, ad integrare gli organici degli ospedali e dei servizi territoriali ed ora c’è difficoltà a garantire le ferie contrattuali (cioè ordinarie) per mantenere la normalità dei servizi con un possibile parziale recupero degli arretrati nel rispetto delle misure di sicurezza e distanziamento.

Questa è la prova ulteriore di come il personale sanitario ed i medici siano stati e siano tuttora pesantemente sfruttati. Si continua ad operare costantemente in condizioni di organici ridotti con i quali non è neppure  possibile assicurare i cosi detti “cambi ferie e malattia” cioè quel contingente di personale in più che sarebbe necessario disporre per garantire le attività ordinarie anche durante le normali assenze per ferie ed eventuali malattie.

Non meravigliamoci se la risposta della Regione Lombardia alla pandemia, organizzata tra ritardi ed errori, abbia avuto l’enorme numero di contagi e decessi.

Una Sanità Ospedaliera e Territoriale regionale assolutamente qualificata e ricca di eccellenze, ma carente sul piano quantitativo del personale, malamente organizzata per gli aspetti dell’amministrazione sanitaria e delle scelte politiche e poco rispettosa dei contratti di lavoro.

Abbiamo chiesto una verifica dell’operato della Lombardia in corso di pandemia ed attendiamo risposte a livello istituzionale: intanto la istituendo commissione regionale è ferma per le polemiche politiche e partitiche.

Brescia il 9 giugno 2020

Il  Presidente UMI -Cav. dott. Francesco Falsetti

 




Allegati:


Links:





UMI - Unione Medici Italiani - P.Iva 03505850176 - C.F. 98082010178 - Tutti i diritti riservati - ©2020